Decreto Alfano: chi dice questo chi quello… E chi come me dice…

Sono Blogger da meno di una settimana (blogger… Molto alle prime armi) e c’e’ già stato uno sciopero del “settore”, che ho mancato… Sciopero: questo parola mi fa pensare a un gruppo di lavoratori che protesta per dimostrare il proprio dissenso… Ma un blogger in italia e’ considerato un lavoratore?
“Che lavoro fai?”
“Il BLOGGGGGER”
“… Cioè!?!?”
Ma su questo tornero’ dopo…

Si protesta dei blogger contro il decreto Alfano, ma in realta’ perchè e’ stato proposto? Per colpa di chi? Mi vien da pensare per colpa di chi, essendo la rete forse l’unico posto dove esiste la vera liberta’ di parola, ne approffitta per condurre la propria guerra stil crociata contro la classe politica e tutto l’organico che ci ruota attorno! Per poi magari lui stesso entrare in politica una volta raggiunta la notorieta’… Prima sputi nel piatto dove poi vuoi mangiare… Un controsenso!

Ma perchè qualcuno arriva ad apprifittarsene della liberta’ della rete e’ giusto che questa venga a mancare per chi con i blog mette a disposizione della gente informazioni utili?? In rete esistono blog di ogni sorta e natura, soggettivamente belli o brutti, interessanti o inutili, corretti o scorretti!

Conosco persone che il blogger lo fanno per “passione”! Si passione perchè, come anticipavo prima, in italia esiste forse la figura del blogger come lavoratore? Nessuno ne parla mai dei blogger… mai, se non in questa spiacevole occasione!
Mi e’ capitato di sentire ultimamente nelle serie televise hollywoodiane e non parlare sempre piu’ dei blogger e del loro ruolo nell’informazione… Basti pensare che in alcuni casi gli stessi blogger vengono interpellati per sapere il loro parere sugli sviluppi e le tendenze della nostra societa’!

A questo punto mi domando: ma una volta non si colpiva uno per educarne 100?

~ di Marco su 15/07/2009.

2 Risposte to “Decreto Alfano: chi dice questo chi quello… E chi come me dice…”

  1. Indi proponi di colpire i blog “sbagliati” e “scorretti” per
    Educarne altri? La rete deve essere libera e i blog pure di scrivere
    Cio’ che vogliono, al lettore poi continuare a seguirli
    O lasciarli decadere. Non voglio toccare il dolente tasto
    Di chi poi potra’ decidere se questo o quel blog sono corretti
    O meno.. Lasciamo che tutti almeno in rete siano liberi di
    esprimere le loro idee e pensieri in un paese che ha perso
    Qualsiasi dignita’ giornalistica….quindi non sciopero ma
    Manifestazione silenziosa di protesta…

    • La mia non e’ una proposta, ma una provocazione! E spero ben riuscita visto che ho ottenuto il tuo commento e quindi uno scambio di idee!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: